Eventi

La Notte della Taranta sbarca alla Biennale: a Venezia l'arte di Pino Pascali

lunedì 6 maggio 2019

"Coreografie pizzicate" in mostra dal 9 maggio a Palazzo Cavanis a Venezia.

Saranno le coreografie “pizzicate” ispirate all’opera di Pino Pascali ad inaugurare giovedì 9 maggio alle 19  la mostra dedicata all’artista pugliese in programma a Palazzo Cavanis a Venezia, evento collaterale alla 58esima Esposizione Internazionale d’Arte La Biennale.

Ispirate alle opere esposte e all’Arte Povera del grande artista di Polignano, le coreografie de La Notte della Taranta che saranno proposte al pubblico di Venezia raccontano il minimalismo mediterraneo tra materiali pop e immaginario trasmediale di Pascali. In particolare sulle note di “Pizzica di Stifani”  sarà narrato il ritorno alla terra di Pino Pascali con l’utilizzo degli attrezzi agricoli. 

In scena all’inaugurazione della mostra a Venezia ci saranno i ballerini Fabrizio Nigro, Andrea Caracuta, Marco Martano, Stefano Campagna, Laura Boccadamo, Serena Pellegrino, Cristina Frassanito, Lucia Scarabino e i musicisti Salvatore Galeanda (voce e tamburello), Leonardo Cordella (organetto), Giuseppe Astore (violino).

“Dopo la collaborazione nel 2018 con la Fondazione Paolo Grassi che ha portato alla messa in scena de Il Barbiere di Siviglia in chiave pop con la partecipazione dell’Orchestra Popolare della Taranta e il suo Corpo di Ballo, spiega il presidente Massimo Manera, nel 2019 la collaborazione tra il sistema delle Fondazioni partecipate dalla Regione Puglia sarà indirizzata all’arte contemporanea di Pino Pascali per proseguire l’opera di promozione della nostra regione attraverso la musica, l’arte, l’artigianato, il cinema”. 

Altri articoli di "Eventi"
Eventi
14/05/2019
Dal 27 luglio al 20 agosto in Puglia torna la ...
Eventi
26/03/2019
Dal 5 al 9 giugno il Medimex ospiterà grandi nomi ...
Eventi
22/03/2019
Secondo appuntamento con la rassegna: spettacolo il 23 marzo, alle 21, a ...
Eventi
27/02/2019
L’evento dedicato a Marcella Candido, Giovannino ...
Intervista al medico virologo del San Raffaele, nemico dei "No vax". “Negli anni ‘60 morivano ...